Il progetto

‘La Belluno che vorrei’ è un percorso, curato da Marta Azzalini, Valentina Gregato e Paola Nard,  inserito all’interno del progetto del Comune di Belluno ‘La Belluno dei Bambini’ che vede protagonisti i bambini delle scuole primarie del Comune impegnati a pensare, ri-pensare e progettare la città e alcuni suoi edifici a misura di bambino.

Il progetti del 2017/18: museo, leggende e piazze

Quest’anno sono stati i ragazzi della 2^ B della scuola media Ricci a visitare il museo a palazzo Fulcis e a raccontare la loro esperienza come giovani giornalisti. Curiosi di sfogliare e leggere il loro giornalino?

Con alcune terze abbiamo invece immaginato una Belluno leggendaria inventando 10 leggende legate a 10 luoghi della città. Scopriteli tutti nella mappa della Belluno leggendaria!

Con le quarte abbiamo invece lavorato sulle piazze della città: cosa potremmo fare per renderle ancora più belle ed accoglienti per noi cittadini e per i turisti? Scopritelo nel post con il racconto del progetto Le piazze di Belluno!

La scuola che vorrei 2016/17

Dopo aver pensato alla città nel suo insieme, ci siamo concentrati su un singolo edificio molto importante per la nostra città: le storiche scuole Gabelli. Assieme alla classe seconda proprio di questa scuola abbiamo scoperto la storia di questo edificio e pensato a come ci sarebbe piaciuto ristrutturarla. Qui il racconto del lavoro fatto assieme ai bambini durante l’anno.

Il Museo che vorrei 2016/17

In occasione dell’apertura del nuovo museo civico a Palazzo Fulcis abbiamo realizzato assieme ad alcune classi seconde del Comune la guida Un museo anche per me. Scopriamo assieme palazzo Fulcis, una guida-gioco per bambini che vuole essere uno strumento per tutte quelle famiglie che vogliono visitare in autonomia il museo, dando ai piccoli visitatori l`opportunità di scoprire il palazzo, le opere, ma anche molti aspetti della città di Belluno in maniera divertente e soprattutto con un linguaggio adatto a loro.

La Belluno che vorrei 2015/16

I bambini hanno riflettuto, attraverso giochi, attività pratiche, letture e discussioni sui concetti di pianificazione urbanistica e decoro urbano a ‘misura di bambino’ , su come vedevano la città di Belluno e su come l’avrebbero cambiata in modo sostenibile. Hanno realizzato la loro città ideale costruita, con materiali di recupero. al termine delle attività al Giardino Boranga.

In questo blog, assieme ai bambini, raccoglieremo i progetti, le idee, le foto, le testimonianze del lavoro degli alunni durante questo percorso, ci seguite in questo viaggio?!